ANELLETTI AL FORNO

Anelletti al forno alla palermitana le ricette di nonna gilda

La pasta al forno a Palermo si fa con i classici “anelletti” un formato di pasta che non è semplice da trovare al di fuori dell’isola, ma in alcuni supermercati più forniti riuscirete a procurarvela.

La mia come sempre non sarà una ricetta minuziosa con dosi e passaggi, di quel tipo di ricette ne trovate a iosa su internet, la mia vuole essere principalmente una fonte di ispirazione.

 

 

 

Parliamo delle melenzane:

Nel frattempo si possono friggere le melanzane, almeno 5 o 6 soprattutto se volete fare lo sformato. Io le friggo tagliandole “di piatto” in modo da avere dei lenzuoli di melanzana, però se preferite potete fare in maniera diversa.

Le melenzane possono essere messe nella pasta come meglio crediate, o sfilacciate insieme al ragù oppure intere nella teglia tra uno strato e l altro di pasta prima di infornare, oppure se volete fare lo sformato prendete una pirofila da forno o teglia rotonda, cospargetela all interno, pareti comprese, di olio e poi di mollica, infine foderatela con le melanzane fritte.

Tagliate a dadini 200 gr di provoletta.

 

Preparato il ragù e le melenzane sono pronte possiamo passare alla pasta, per una teglia media 1 Kg di pasta va bene, mettiamo l acqua a bollire a riscaldiamo il forno a 220°.

quando la pasta sarà cotta per ¾ ,o anche meno ,cotta la scolate e la mette in un recipente molto grande, qui la condiremo con il ragù , con la provola tagliata a dadini , col parmigiano grattugiato e se volete con le melanzane, mi raccomando deve essere molto ricca di ragù, altrimenti risulterà asciutta ! A completare una buona spolverata di mollica in modo da far fare la crosta in superficie, fatto ciò la disponiamo nella teglia e inforniamo per 15 min circa

 

Prima di servirla meglio farla riposare fuori dal forno 20 minuti soprattutto se avete fatto lo sformato dovete aspettare che la pasta si sia compattata e a quel punto potete rovesciare la teglia su un piatto di portata abbastanza grande

Credo di non aver dimenticato nulla, ovviamente tra un passaggio e l altro sicuramente ci andrà un po’ di olio di oliva, sale e pepe, ma questo lo lascio alla vostra intuizione e gusto.

Buon Appetito !

Leave a Reply